Il blu elettrico: un nuovo colore di tendenza per il 2020

Negli ultimi anni il colore è tornato ad essere un grande protagonista nel mondo degli interni e dell’arredo. Oggi voglio parlarvi di una tinta in particolare che sta tornando di tendenza: il blu elettrico.

Questo articolo lo avevo già programmato da tempo nel mio “calendario editoriale” ma coincidenza vuole che Pantone abbia annunciato pochi giorni fa il suo colore dell’anno: il PANTONE 19-4052 Classic Blue. Un blu più classico rispetto al blu elettrico ma sta di fatto che tutte le nuances di questo colore stanno decisamente tornando di moda (ne avevo già parlato in Aprile dopo il Salone del Mobile 2019 in questo post).

Il blu elettrico in realtà non è affatto nuovo nel mondo del design e dell’arte. Tanti sono infatti i riferimenti a cui possiamo pensare: il Blu Reale (che è molto simile al blu elettrico) è stato usato da Picasso o da Matisse nella sua serie dei Nudi Blu (in questi mesi si celebrano i 150 dalla sua nascita), da Mondrian nelle sue composizioni astratte. Troviamo poi il blu elettrico nella Pop Art o nei murales di Keith Haring. Per quanto riguarda il design, invece, non possiamo non citare il Gruppo Memphis, fondato nel 1980 da Ettore Sottsass.

Matisse

Mondrian

Keith Haring

Ashoka designed by Ettore Sottsass  – Carlton desigend by Ettore Sottsass

 

Ma vediamo insieme come usare nella propria casa il blu elettrico e quali sono i miei abbinamenti preferiti:

Blu elettrico e color rame/terracotta: uno degli accostamenti più di tendenza e più riusciti. Blu e arancio sono infatti colori complementari, il che vuol dire che si valorizzano a vicenda, appaiono equilibrati e quindi appagano l’occhio. Il blu elettrico, colore freddo e saturo, crea un bellissimo contrasto con il terracotta che è invece un colore caldo. Dato che il colore blu elettrico è molto acceso è meglio scegliere una tinta rame desaturata (cioè più spenta) per creare un effetto finale non caotico e più piacevole.

 

Blu elettrico e colori neutri: questo è un accostamento più facile da realizzare nella propria casa. Aggiungendo all’insieme neutro un tocco di colore vivace, si crea un contrasto e un effetto “sorpresa” che rende l’insieme più interessante. Il mio consiglio è quello di aggiungere solo uno o due complementi di colore blu elettrico.

 

Blu elettrico e colori primari: il blu si abbina bene anche agli altri due colori primari, il giallo e il rosso. Questo contrasto tra colori puri crea un ambiente vivace ed energico. E’ bene intervallare però i colori puri con colori neutri come il bianco per dare spazio e aria all’insieme. Come visto sopra, questo abbinamento si ispira molto al design degli anni ’80 e in particolare ai progetti realizzati in quel periodo dal Gruppo Memphis.

 

Se vi piace questo colore e volete aggiungere un tocco di blu nella vostra casa, ho fatto una selezione di bellissimi prodotti in questa tonalità. Sono tra i miei arredi e accessori preferiti e sono tutti marchi Made in Italy, come ad esempio Bontempi Casa, Bonaldo e Driade.

1. Libreria June – Bonaldo

2. Tavolo Big Table – Bonaldo

3. Sedia Poly XOXO – Bonaldo

4. Lampada Strega – Bontempi Casa

5. Pouf Badu – Bontempi Casa

6. Tavolino Tectonic – Bonaldo

7. Poltrona Tirella – Bonaldo

8. Divano Hall – Driade

 

Post realizzato in collaborazione con Arredare Moderno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2020 · Mariana Bettinelli · Theme by 17th Avenue