Pareti in vetro: separare senza dividere

Via Husman Hagberg

Sono da sempre una grande amante degli open space, mi piace l’idea di una casa dagli spazi aperti, dove le diverse funzioni non sono ben definite e dove la comunicazione e la condivisione degli spazi la fa da padrone. Ma so che l’open space può anche avere i suoi difetti: chi non vuole poter nascondere il casino in cucina  quando arriva la suocera?

Una otttima soluzione ce la forniscono le pareti divisorie in vetro! Sono una perfetta soluzione per separare gli spazi ma senza dividerli nettamenti: la luce passa, la comunicazione visiva resta e ci permettono di mantenere quel look da open space che tanto ci piace!

Le mie preferite? Le classiche pareti in vetro di ispirazione industriale con le cornici in metallo! Le trovo perfette per separare la cucina dal resto della zona giorno o per dividere la zona letto in un piccolo open space…creano un elemento architetturale che dà subito personalità all’ambiente e creano uno spazio davvero contemporaneo!

1234

Se la versione in metallo nero non vi piace perchè troppo “industriale”, provate con la classica versione in legno bianco o, per i più coraggiosi, con una versione colorata.

1234

Comments

    • Questo tipo di pareti vanno di solito fatte fare su misura. Si deve rivolgere ad un falegname se la vuole in legno o ad un fabbro se la vuole in metallo. O eventualmente ad una azienda di serramenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Instagram

This error message is only visible to WordPress admins

Error: No feed found.

Please go to the Instagram Feed settings page to create a feed.

Copyright © 2022 · Mariana Bettinelli · Theme by 17th Avenue