Icone del design: il divano Togo di Michel Ducaroy

Il Togo è uno dei divani più iconici di sempre. Progettato da Michel Ducaroy nel 1973 per Ligne Roset, il divano Togo non è mai uscito di produzione vendendo, in 40 anni, oltre 1.200.000 esemplari.

Il divano Togo fu presentato per la prima volta al Salone del Mobile di Parigi e, nonostante il prezzo non proprio basso, riscosse da subito un grande successo tanto che il designer e Ligne Roset si misero subito al lavoro per progettare anche una serie di pezzi complementari tra cui una poltrona e un elemento ad angolo. I diversi elementi che compongono oggi la linea del Togo consentono di rendere il divano modulare e creare forme particolari (la serie oggi comprende un divano a tre posti senza braccioli – divano a tre posti con braccioli – poltrona – poggiapiedi – elemento ad angolo). Si è da poco aggiunta anche una versione più piccola della poltrona Togo dedicata ai bambini.

Quando fu presentato per la prima volta al Salon des Arts ménagers al Palais de la Défense di Parigi, nel 1973 ricevette il premio René-Gabriel, che riconosceva “i mobili innovativi e democratici”, pezzi che offrivano un buon rapporto qualità-prezzo. È stato descritto come avente un aspetto “sgualcito, “neonato” con rughe di Shar-Pei ” (Design Milk)

Michel Ducaroy, a proposito dell’ispirazione per il divano Togo, disse che era come “un tubetto di dentifricio ripiegato su se stesso come una tuba e fissato alle due estremità”

Ma cosa ha reso questo divano così iconico? Simbolo del design anticonformista degli anni ’70, il successo è stato sicuramente dato dalle sue forme nuove per l’epoca: linee organiche, avvolgenti ed ergonomiche che garantiscono il massimo comfort.  

Il Togo è stato anche il primo divano al mondo realizzato completamente in poliuretano espanso. Il divano è infatti privo di telaio e la struttura è formata completamente da poliestere e poliuretano espanso in 3 densità che assicura una elasticità e si adatta alle forme del corpo avvolgendole. L’imbottitura è in morbido poliestere, con una impuntura che crea le caratteristiche pieghe del Togo. Il divano può essere rivestito in tanti tessuti, microfibre e pelli.

Michel Ducaroy nasce nel 1925 (è scomparso nel 2009) in Francia, in una famiglia di designer e mobilieri. Attingendo al suo background si è formato all’Ecole Nationale des Beaux Arts di Lione e nell’azienda di famiglia, prima di lavorare da solo come designer indipendente nel 1952. Lunga è stata la sua collaborazione con l’azienda con l’azienda Roset: dal suo primo contatto nel 1954, Michel Ducaroy divenne rapidamente uno dei loro designer più importanti fino ad essere per lungo tempo a capo della divisione progettazione della società. Il divano Togo resta sicuramente il pezzo più iconico e di successo del designer.

Una curiosità: l’azienda è stata fondata da Antoine Roset nel 1860 a Montagnieu, in Francia, come una piccola impresa che produceva bastoni da passeggio in legno curvato e manici di ombrelli. Nel anni ’50 l’azienda cominciò a produrre anche mobili destinati solo all’uso commerciale e utilizzati in una varietà di istituzioni, tra cui scuole, università, ospedali e case di riposo. Il marchio Ligne Roset è invece presentato nel 1973 proprio contemporaneamente al lancio di Togo e all’apertura del primo negozio monomarca in Francia.    

https://www.ligne-roset.com/us/modele/living/armchairs/togo-/2510

Read the post in ENGLISH

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Instagram

This error message is only visible to WordPress admins
Error: No posts found.

Copyright © 2021 · Mariana Bettinelli · Theme by 17th Avenue