Milano Design week 2021: cosa vedere (parte 1)

Ci siamo! Finalmente torna a Milano la settimana più attesa dell’anno: la MILANO DESIGN WEEK 2021! Partirà fra pochi giorni, esattamente dal 5 al 10 Settembre, e sarà un’edizione speciale. Sarà diversa perchè per la prima volta il Salone del Mobile sarà a Settembre invece che ad Aprile, sarà speciale perchè il Salone del mobile torna dopo quasi due anni di stop a causa della pandemia che ha colpito il mondo ma soprattutto si festeggeranno anche i 60 anni dal primo Salone del Mobile.

Tantissimi sono gli eventi già programmati che animeranno la città durante questo Fuorisalone 2021. Vedere tutto, ve lo dico per esperienza, è quasi impossibile ed ho quindi deciso di creare una guida dove ho raccolto gli eventi che secondo me sono i più interessanti da vedere. La selezione è stata fatta in base alla mia opinione ma, se nel frattempo dovessi scoprire o vedere altri eventi degni di essere visitati, aggiornerò l’articolo…quindi tenetelo controllato!

Gli eventi sono così numerosi che ho preferito dividerli in tre articoli diversi.

L’elenco, per comodità, è poi suddiviso secondo le diverse zone della città…che poi è il metodo migliore per visitare il Fuori Salone! Oggi partiamo con le 5 VIE, TORTONA e ISOLA DESIGN DISTRICT!

 

5 VIE

“Progettare è lanciarsi in avanti è il tema dell’ottava edizione” di 5VIE Design Week, rimarcando ancora una volta la necessità di una ripartenza sotto il segno di nuovi valoreri, che sia di ispirazione per gli attori del futuro post-pandemico.

Le installazioni prodotte quest’anno da 5VIE seguiranno un preciso fil rouge: quello dell’azione. Si tratterà infatti di esposizioni-evento dall’imprescindibile carattere performativo, per sottolineare con forza la volontà di rimettersi in moto dopo il periodo di stasi, e per enfatizzare la dimensione fondamentale del qui ed ora, che nell’ultimo anno e mezzo è stata spesso messa in secondo piano dal dovunque e sempre della nuova normalità digitalizzata.

Molto interessanti saranno sicuramente le quattro installazioni-evento realizzate da 4 designers di rilievo internazionale:

1LOOKS LIKE MAGIC! è  l’esposizione-performance  del designer spagnolo Jorge Penadés, che propone l’utilizzo dello scarto tessile per dare vita a un nuovo materiale, mostrando tutte le fasi del processo in un laboratorio pop-up allestito per l’occasione.

In via Cesare Correnti 14

2 –  Sara Ricciardi propone una installazione-performance itinerante che reinterpreta la figura del venditore ambulante. Una postazione di lavoro mobile attraverserà le vie del distretto portando fiori, poesie e panini barocchi ai visitatori,celebrando la gioia dell’incontro e del vivere in strada.

Sara Ricciardi disegnerà anche la “moneta” di scambio con cui i visitatori potranno acquistare i prodotti dai lavoratori e che sarà disponibile presso gli infopoint di 5VIE.

3Untitled 1B è la performance creata da Francesco Pace con il suo studio Tellurico per portare avanti la sua ricerca sul rapporto tra tempo, forme e processi, realizzando live una collezione di oggetti in legno.

In Via S. Marta 18, presso il SIAM (una delle venue principale della manifestazione)

4 –  Richard Yasmine, architetto degli interni e designer del prodotto di origine libanese, che pur non potendosi muovere per essere fisicamente a Milano sarà collegato in streaming dal suo studio per tutta la durata della manifestazione: un grande ledwall riporterà a grandezza naturale il designer, che virtualmente ci accompagnerà nel suo mondo progettuale a cavallo tra fisico e digitale.

In Via S. Marta 18, presso il SIAM

5 –  Glass Utopia, la mostra sviluppa l’incontro tra Australia e Italia per mettere in luce la produzione contemporanea di vetro. Verrà presentato il lavoro di sei designer italiani e di sei designer australiani (Elizabeth Kelly, Federico Peri, Gala Fernandez, Jenni Kemarre Martiniello, Liam Fleming, Matteo Zorzenoni, Mel Douglas, Peter Bowles, Stories of Italy, Tom Skeehan, Federica Biasi, Zanellato/Bortotto) che hanno sviluppato i loro prodotti in collaborazione con le storici fornaci di Murano.

Nella biblioteca del SIAM

6 – Il primo piano del SIAM ospiterà invece il progetto Design Made in Hong Kong il progetto che ha coinvolto gli studenti di tre università di Hong Kong  che hanno lavorato in collaborazione con tre designer italiani (Federica Biasi, Federico Peri e Sara Ricciardi), sviluppando i progetti che sono qui esposti.

Il primo piano del SIAM

7 – la doppia collettiva Roots to Matter – Matter to Dream. Al SIAM si potrà vedere la parte Matter to Dream che esplora il tema delle poetiche della materia; sono in mostra i lavori di Celo.1 di Rou Materiaal e Ceren Arslan che giocheranno con l’impatto emotivo delle loro opere e installazioni.  Roots to Matter fa da contraltare a questa esposizione collettiva, ospitando nella sede di via Cesare Correnti 14 la riflessione sulla pratica del design nel suo legame con le radici, culturali e materiali, dei progettisti.

Siam e via Cesare Correnti 14

8. MARBLE PATTERNS : per i 110 anni dell’azienda Del Savio verrà esposto un racconto di straordinari marmi declinati in superfici esclusive o trasformati in elementi speciali dai designer delle collezioni: David/Nicolas, Mae Engelgeer e Zanellato/Bortotto

Via San Maurilio 14 – 5Vie District

9 – MoscaPartners lancia a Palazzo Litta l’ormai storico appuntamento Design Variations 2021, interpretando il Cortile d’Onore del Palazzo attraverso l’installazione site-specific di Studio Aires Mateus: Una Spiaggia nel Barocco che celebra la socialità e l’incontro tra le persone. Il percorso espositivo prosegue con una selezione di aziende, designer, scuole e istituzioni provenienti da tutto il mondo.

A Palazzo Litta verrà anche presentato per la prima volta Orografie, un marchio nuovo che vuole produrre oggetti che suggeriscono nuovi comportamente e nuovi gesti. Verranno presentati i prodotti realizzati da 15 designers quali Francesco Faccin, Elena Salmistraro, Lanzavecchia + Wai, Martinelli Venezia.

Palazzo Litta, corso Magenta 22

10 – HoperAperta sarà presente a Palazzo Recalcati nei prestigiosi spazi della Casa d’Aste Wannenes con la mostra L’oggetto Celibe: Una esposizione di pezzi autoriali limited edition realizzati dal gruppo composto da designer, architetti ed artisti attivi noti a livello internazionale.

Palazzo Recalcati. via Amedei 8

11 – A Palazzo Turati torna Masterly che con la curatrice Nicole Uniquole presenta The Dutch in Milano 2021, una selezione di prodotti di ottanta designer olandesi.

Palazzo Turati, via Meravigli 9.

12. PRESENT CONTINUOUS: mostra curata da simple fair in collaborazione con il brand lapalma presso lo spazio Riviera.

via Gorani 4

Se siete in zona, fate anche un salto da PalermoUno, Funky Table e allo showroom di Karpeta+Texturae!

 

TORTONA – PORTA GENOVA – SANT’AMBROGIO

Per il Fuorisalone 2021, Tortona Design Week presenta il progetto IN – OUT, perception of sustainability.

IN – OUT, perception of sustainability, è un progetto che interpreta il cambiamento come un’occasione per intraprendere una crescita collettiva nel segno della sostenibilità e dell’innovazione. In un anno dove tutto è cambiato e la vita di tutti i giorni ha preso forme e tempi diversi, in un “IN – OUT” in continua evoluzione, risulta fondamentale interrogarsi sul presente e il futuro. Proprio per questo il concept sviluppato per la Tortona Design Week 2021 si propone di conciliare la percezione del mondo interiore con quello esterno, tenendo sempre un focus costante sulla sostenibilità degli elementi, dei concetti e del vivere quotidiano.

1IKEA presenterà all’interno del progetto “Temporary Home” di Base il progetto ENOUGH IS MORE (una visione sui futuri modi di vivere insieme e abitare gli spazi domestici”.

Base, Via Borgognone 34

2 – Base ospiterà anche Studio.traccia con Tabula [non] rasa, un’installazione che riflette simultaneamente su due principi: da un lato l’idea di un’architettura e di un design più consapevoli del proprio impatto, dall’altro una produzione incontrollata di rifiuti alimentari che ha un impatto sociale, economico ed ambientale sempre maggiore.

Base, Via Borgognone 34

3ARCHIPRODUCTS — FUTURE HABIT(AT)- una delle location da non perdere, questanno l’esposizione di Archiproducts indaga le nuove forme di abitare post-pandemia Future. Habit(at) mette in scena una nuova interpretazione dell’abitare, dove le parole chiave sono tecnologia, sempre più silenziosa e spoglia delle interfacce tradizionali, per migliorare il nostro modo di vivere e lavorare, e spazi cocoon come occasioni di intimità negli spazi comuni. L’allestimento è dello studio Salaris

Via Tortona, 31

4 – The Playful HomeLA CASA DEL PRESENTEFUTURO: una vera abitazione con soluzioni d’arredo pensate per le famiglie contemporanee. The Playful Home è una casa da vivere e scoprire, dedicata a una coppia immaginaria con i loro tre figli di 1, 4 e 12 anni e a tutti gli amici e parenti che vi gravitano intorno. Il progetto, ricreato in un loft di via Savona 33, presenta una visione dell’abitare flessibile e al tempo stesso concreta, tra arredi, complementi e servizi che portano alla luce e incentivano quei rapporti virtuosi che favoriscono il corretto sviluppo: sostenibilità, benessere, biofilia, creatività e attitudine all’ironia.

via Savona 33

5 – In Superstudio Più, Haier, Candy e Hoover tra i più noti brand al mondo nel settore degli elettrodomestici, inviteranno lo spettatore a ripensare il proprio modo di abitare la casa. Per chi è appassionato di intelligenza artificiale e case connesse, queste sono le tre installazioni da vedere

Haier presenterà la sua idea di smart home, Haier Home of the future basata sull‘Intelligenza Artificiale e sarà aperta al pubblico, con un percorso di visita articolato in piccoli gruppi che  avranno la possibilità di vivere da vicino una simulazione di casa interamente interconnessa.

– Candy, presenterà Snap&Do – Connections make the difference, un’installazione pensata per mostrare la capacità degli elettrodomestici Candy di offrire una soluzione intelligente ed easy to use, grazie all’image recognition.

Performance and Connectivity for a healthier place to live sarà lo showcase di Hoover per il lancio di H-ABITAT, il set di prodotti interconnessi che si prendono cura della salute e del benessere della famiglia nell’ambiente domestico, riflettendo i valori e la mission del brand.

– [Tunnel 29] – Il design per un mondo post-apocalittico. Suddivisa in tre settori (abitazione, produzione e alimentazione), la mostra organizzata dal Centro per la Creatività (CzK)/MAO di Lubiana, in Slovenia, espone una selezione di 30 prodotti che prevedono la nostra vita tra 20 o 30 anni.

Superstudio Più – via Tortona 27

6 –  Nitto, produttore giapponese di materiali ad alte prestazioni, presenterà  Search for Light e offrirà uno sguardo sul futuro dall’espressione luminosa, attraverso un labirinto magico, disegnato da Kaoru Mende, architectural lighting designer di fama internazionale, per ispirare creatività e immaginazione.

Torneria Tortona, via Tortona 32

7Designing the future è la mostra allestita da Icona Design Group, un percorso espositivo contenente una selezione delle più innovative realizzazioni in ambito automotive, industrial e product design. Dalla prima concept car a guida completamente autonoma, dallo svuota-tasche sanificante, alla collana che permette di respirare un’aria frizzante e pulita come dopo un temporale

Torneria Tortona, via Tortona 30

8 – Officina 14, per l’edizione di quest’anno propone un format di nuovi designer e brand emergenti che esporranno nel vecchio opificio oggi trasformato in uno spazio funzionale e polivalente, all’interno di un cortile con ampie vetrate incorniciate da fitte fronde di vite americana.

via Tortona 26

9Fuori di design, un’esposizione collettiva di designer emergenti con  prodotti innovativi. Il filo conduttore di quest’anno sarà Il Rinascimento plastico, declinato in una serie di esempi di filiere del riciclo e di innovazioni che ne favoriscono lo sviluppo. I designer delle realtà partecipanti, mostreranno come rimodellare e conferire valore ai materiali poveri, trasformandoli in prodotti di valore.

via Tortona 26

10 –  Color Design® Lechler ( Lechler produce vernici dal 1858) presenta The Way of Accent” – La collezione senza tempo per spazi senza tempo che sviluppa quattro proposte ispirate ai colori eterni dei quarzi e delle agate. Le screziature dei geodi rivelano accenti e colori su schemi neutri che risalgono a milioni di anni fa per ricreare negli ambienti la molteplicità dei cromatismi minerali.

The Falegnameria, via Tortona 26

11 – Tra le tante novità, l’artista pop dadaista, Tiziana Pistoni esporrà,la collezione, Opere da esporre e da vivere: un’esperienza emotiva legata alle necessità di bellezza. Nellee sue creazioni unisce arte e design in una nuova forma rivoluzionaria, attraverso l’uso di materiali di recupero che si legano al concetto di sostenibilità e salvaguardia della terra.

PH Right, via Tortona 14

12Hang. Seeding the future: un’installazione site specific a cura dello studio Daniele Fiori che parla di colture fuori suolo e indaga l’integrazione fra agricoltura e architettura. L’installazione cerca di spiegare come si costruisce un polo di coltivazione urbano, capace di sostenere la micro comunità di un palazzo milanese.

via Tortona 21

13 – Per me poi è immancabile una tappa allo showroom di Ex-t in via Tortona

 

Spontandoci poi in zona Sant’Ambrogio, assolutamente da non perdere sono le due esposizioni curate da Rossana Orlandi.

13RoGUILTLESSPLASTIC: alla sua terza edizione, con questo progetto Rossana Orlandi coinvolge diversi designers a dare nuova vita alla plastica usata e ai rifiuti esplorando le loro infinite possibilità di trasformazione. 

Museo nazionale della scienza e della tecnica — Via San Vittore, 21

14RO COLLECTIBLE DESIGN è invece il titolo dell’esposizione allo Spazio Rossana Orlandi.

Via Matteo Bandello, 14/16

 

ISOLA DESIGN DISTRICT

Dal suo debutto, l’Isola Design Disctric ha sempre dato spazio a designers emergenti, studenti e collettivi che presentano progetti/prototipi innovativi. Uno dei leitmotiv di quest’anno è sicuramente la sostenibilità.

Isola quest’anno organizzerà 5 mostre collettive e tematiche in diversi luoghi del quartiere oltre ad esposizioni in varie locations.

1 – Playful, Young, Designsaranno esposti prodotti colorati, multifunzionali e modulari realizzati da diversi designer

Stecca 3.0, Via G. De Castillia, 26,

2 – Materializedquesta mostra mi interessa moltissimo perchè saranno esposti prodotti sostenibili e diverse ricerche sui biomateriali

Spazio Gamma, Via Pastrengo, 7,

3 – The Stage FourQuesta mostra coinvolgerà i visitatori in un’installazione visionaria, grazie a un trionfo di forme e colori. 

Fabbrica Sassetti, Via Filippo Sassetti, 31, 20124 Milano MI

4 – Nature’s WhisperUn percorso creato con prodotti realizzati con materiali sostenibili e naturali. 

Copernico, Via Filippo Sassetti, 32, 20124 Milano MI

5 – Studio Finemateria presenta Foamy Fantasy: è un’installazione tematica che mette in luce il dialogo tra design e industria mostrando quante cose diverse si possono creare partendo da un unico materiale, concentrandosi qui sugli scarti industriali del poliuretano. 

Via Pola, 11,

6 – AlgrantiLAB presenta il nuovo tavolino da caffè dove protagonista è la materia prima(il caffè) che viene lasciata il più vicino possibile a come è stata trovata. 

Via Guglielmo Pepe, 20-28

7Mr. Bun-emon Kido, ex produttore al Tokyo National Theatre, presenta una serie di piatti in ceramica double-face che riscoprono l’estetica tradizionale Kokai e il rapporto invisibile e speciale tra spettatore e autore 

CPstudio46, Via Angelo della Pergola, 3

8 – Caracol propone un viaggio nel mondo della stampa 3D su larga scala, nel riciclo della plastica e nell’economia circolare. 

Via Angelo della Pergola, 11/4

 

Qui il link per la seconda parte della guida alla Milano Design Week 2021, dove vi parlo di Brera, e qui per la terza parte della guida con Duomo-PortaVenezia-Durini e alcune nuove locations.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright © 2022 · Mariana Bettinelli · Theme by 17th Avenue